Aquatio Suite Hotel

Prezzo minimo

da € 50

Un cinque stelle lussuoso nel cuore dei Sassi di Matera, location unica, capitale europea della cultura 2019 e patrimonio dell'UNESCO, con le sue peculiarissime camere incastonate nelle pareti di tufo, l'Aquatio Suite Hotel rappresenta la soluzione ideale per chi è alla ricerca di una vacanza indimenticabile. Ciascuna camera è stata progettata ed arredata dall'architetto Micheli, che opera per la sostenibilità ambientale, dando luogo a produzioni dall'identità forte e per questo unica, che lascia inviolata struttura delle originarie abitazioni tipicamente scavate nel tufo. Luoghi lussuosi e comfortevoli dove trascorrere il proprio tempo, grazie alla presenza di oggettistica d'arredo moderno e tecnologico, vetrate, patii e terrazze che consentono di godere di un panorama unico. Le camere sono, inoltre, dotate di aria condizionata/riscaldamento autonomo, TV flat con piattaforma pay-tv, cassaforte (utilizzabile anche per il portatile), minibar, connessione Wi-Fi, coffee machine, kettle. Il comfort di ogni camera è garantito da un sistema di monitoraggio computerizzato per il trattamento di riciclo dell’aria e del controllo dell’umidità relativa interna, per evitare la presenza di umidità. Quasi tutte le camere dispongono di percorsi interni che permettono di raggiungere comodamente la zona centrale dell’hotel, con accesso alla hall, alla sala ristorante e alla SPA che costituisce, sicuramente, uno dei punti di forza della struttura con la sua ampiezza di ben 500 mq. Il centro benessere di Aquatio Suite Hotel rappresenta, infatti, un vero e proprio viaggio nel tempo, dove, grazie agli spazi ricavati nelle originarie abitazioni, è possibile rilassarsi e lasciarsi coccolare dalla sauna, dal bagno turco e dalla bellissima piscina riscaldata, incassata nella roccia naturale.

Località
I Sassi di Matera sono stati accolti nel Patrimonio mondiale dell'Unesco e, con il nome "Sassi", si intendono due grandi quartieri che costituiscono, insieme alla "Civita" e al "Piano", il centro storico della città di Matera. Il Sasso Barisano, ubicato lungo la strada che proseguiva verso Bari, è il più ricco di portali scolpiti e fregi che ne nascondono il cuore sotterraneo. Il Sasso Caveoso, che guarda invece a Sud, è disposto proprio come la cavea di un teatro, con le case-grotte che scendono a gradoni. All'interno dei due Sassi vi sono poi vari quartieri, rioni e contrade dai nomi pittoreschi.

Da visitare e conoscere
I Sassi sono probabilmente la prima cosa che viene in mente quando si pensa a Matera. L’antichissimo insediamento abitativo costruito nella roccia tufacea sul fianco del vallone Gravina, nel 1993 è stato dichiarato dall’Unesco “Patrimonio Mondiale dell’Umanità”. Il particolare intreccio di grotte adibite ad abitazioni, vicoli tortuosi, chiese rupestri, terrazzamenti, giardini e cunicoli, fa dei Sassi uno spettacolare esempio di complesso architettonico perfettamente adattato al contesto naturale.

La Cattedrale di Matera, ubicata nel punto più alto della città, il colle della Civitas, offre una splendida veduta sul Sasso Barisano. La costruzione risale al XIII secolo e sorge sui resti dell’antico monastero benedettino di Sant’Eustachio. Dal 1627 la cattedrale fu dedicata alla Madonna della Bruna e a Sant’Eustachio, protettori della città. La facciata dell’edificio in stile romanico – pugliese presenta un bel portale riccamente decorato sormontato dalla statua della Madonna della Bruna, e un imponente rosone a 16 raggi, sovrastato dall’arcangelo Michele che schiaccia il drago e circondato da due figure maschili ai lati ed un’altra in basso che funge da atlante.

Le chiese rupestri di Matera risalgono all’Alto Medioevo, quando il monachesimo si faceva spazio nella comunità cristiana dell’epoca e monaci benedettini e bizantini cominciarono a insediarsi nelle grotte della Gravina trasformandole in centri di preghiera. Questi luoghi mistici scavati nella roccia, con i loro virtuosismi architettonici e le loro decorazioni pittoriche, rappresentano eccezionali opere artistiche, espressione, tra le più significative, del patrimonio storico – culturale del territorio. Sono circa 150 le chiese rupestri diffuse sul territorio materano per la cui tutela è stato istituito il Parco delle Chiese Rupestri del Materano, dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.

La Cripta del Peccato Originale, a pochi chilometri da Matera, lungo la parete della Gravina di Picciano, una chiesa – grotta magnificamente affrescata, definita la Cappella Sistina della pittura parietale rupestre. Lo straordinario complesso pittorico di scuola benedettino – beneventana che decora le pareti della cripta è senza dubbio una delle testimonianze più importanti della pittura altomedievale dell’area mediterranea.

La Casa-Grotta di Matera, ubicata nel vico Solitario nel Sasso Caveoso e abitata fino al 1957 da una famiglia di 11 persone. Si compone di un unico ambiente, in parte scavato e in parte costruito, arredato con mobili e attrezzi d’epoca. C’è il focolare con la cucina, il letto con il materasso ripieno di foglie di granturco, il piccolo tavolo con un unico piatto al centro dal quale tutti mangiavano, il telaio per la filatura, la zona con la mangiatoia per il mulo, la cavità in cui si raccoglieva il letame usato per riscaldarsi, la cisterna dove l’acqua piovana veniva convogliata attraverso un sistema di canali.

Il Palombaro Lungo di Matera, è la grande cisterna scavata sotto la centralissima Piazza Vittorio, utilizzata fino ai primi decenni del secolo scorso per la raccolta di acqua potabile. Deve il suo nome a “plumbarius”, parola latina usata per indicare coloro che rivestivano di piombo le condutture degli acquedotti e, più in generale, qualunque cosa avesse a che fare con i lavori idraulici. 

Le aree naturali di Matera, le riserve, i parchi, le oasi protette che caratterizzano tutto il territorio della Basilicata sono un caratteristico intreccio tra natura e cultura. Al loro interno non solo vivono rare specie faunistiche e floristiche, ma sono custoditi anche reperti di grande valore storico e culturale.

Info utili
Check-in dalle ore 17:00 - Check-out ore 10.
Soggiorni domenica/domenica iniziano con la cena e terminano con il pranzo.

Servizi per gli ospiti 
Accesso libero presso il centro SPA (over 16 anni) con utilizzo di sauna, bagno turco, piscina riscaldata, centro fitness.
Parcheggio non custodito nelle vicinanze con servizio navetta per l’hotel.
Tabacchi e giornali presso la reception.
Aria condizionata e riscaldamento.
Sala meeting da 50 posti.
Servizio concierge.
Reception h. 24.
Room service.
Bar interno.
Wi-Fi free.
Sala TV.

Servizi e attività a pagamento
Attività emozionali, tra cui percorsi trekking o in bici nelle gravine
Visita dei Sassi in volo in mongolfiera. 
Percorsi enogastronomici e culturali.
Escursioni personalizzate o di gruppo.
Visite a musei e palazzi d’epoca.
Transfer da e per aeroporto.
Attività sportive. 

Ristorante
L'Aquatio Suite Hotel dispone di un bar interno ideale per rilassarsi dopo una giornata trascorsa alla scoperta delle bellezze del posto, dove assaporare ottimi prodotti di caffetteria, aperitivi, snack, vini e bollicine. La colazione viene servita a buffet, utilizzando ingredienti locali e internazionali. Il ristorante dispone di un'area all’aperto dove saranno serviti pranzo e cena e dove gli ospiti potranno deliziare i loro palati con pietanze dagli odori, sapori e colori tipici della Basilicata. Cenare a lume di candela sotto le stelle, al centro del Sasso Caveoso, immersi nella storia, assaporando la cucina locale e sorseggiando un ottimo vino è un'esperienza unica ed irripetibile.

Scegli le date

Ti assistiamo nell'acquisto

Desideri altre informazioni?
Vorresti prenotare questo viaggio? Parla direttamente con un nostro operatore!