Trevi Village

Prezzo minimo

da € 50

Il Trevi Village sorge ad Amantea, in uno dei tratti più incantevoli della costa tirrenica calabrese. La struttura si estende su di un'area di circa 40.000 metri quadrati e si affaccia in un mare favoloso con una spiaggia di sabbia e ciottoli. La vacanza presso il Trevi Village sarà senza dubbio dettata dal divertimento grazie ad un esperto team di animazioni che permetterà di effettuare sport di ogni tipo e iniziative per tutte le età. Per i bambini ci sono il mini e lo junior club, apprezzati tanto dai piccoli, quanto dai loro genitori! Oltre all’animazione diurna c’è un un ricco calendario di serate presso la discoteca sulla spiaggia. La spiaggia privata, composta da sabbia e ciottoli, si trova a ridosso del villaggio ed è collegata con una comoda passerella ed attrezzata con sdraio, ombrelloni e lettini, docce, pedalò, canoe, campo da beach volley. Ad ogni camera è riservato un ombrellone e due lettini. Inoltre è presente una pagoda di circa 60 metri con tettuccio in canna africana che accoglie tornei, balli di gruppo, la discoteca serale e altri divertimenti. Il villaggio dispone inoltre di una piscina con entrata a sfioro in cui potersi rilassare. Tramite un ponticello in legno, si raggiunge un'oasi centrale che ospita una fantastica vasca idromassaggio per 8 persone. Il villaggio è dotato inoltre di sauna e di una beauty farm in cui è possibile effettuare massaggi drenanti, dimagranti e di ogni altro tipo. Per gli amanti del fitness è a disposizione la palestra attrezzata e le numerose attività sportive: canoe monoposto e biposto, pedalò, beach volley, bocce, un campo da calcetto, uno da tennis, corsi di aerobica, acquagym, pilates, balli di gruppo, risveglio muscolare nonché gare e tornei.

Località
Amantea, in provincia di Cosenza, è un comune ricco di storia, cultura ed anche di meravigliosi luoghi da visitare. Una cittadina balneare, agricola e peschereccia, famosa anche per la produzione musicale che viene esportata un po' in tutto il mondo. Il territorio è ricco di corsi d'acqua: il fiume Verre, il fiume Catocastro, il torrente Santa Maria, il torrente Calcato, il torrente Colongi, il fiume Oliva, il torrente Rubano ed infine il torrente Torbido che delimita il confine con le provincie di Cosenza e Catanzaro. A livello enogastronomico Amantea è famosa per un suo dolce tipico, il buccunotto, un dolce a forma di barchetta tutto ripieno di cioccolata, spezie ed altri ingredienti che per tradizione sono ancora oggi segreti dei pasticceri che lo producono. La cucina del posto propone piatti semplici e genuini. Le principali ricette sono a base di pesce, come ad esempio la pasta con alici e sarde o la rosa marina fatta a pitticelle.

Da visitare e conoscere
Il Castello di Amantea è un'antica fortificazione che, dalla collina, domina l'abitato storico della città cosentina. Nonostante ora sia parzialmente distrutto e i pochi resti ancora visibili siano sottoposti a un lento e difficile lavoro di restauro, il castello è una delle maggiori attrazioni di Amantea. La sua costruzione viene fatta risalire intorno al IX secolo, epoca in cui la città, dopo le numerose peripezie storiche, fu prima sede vescovile e poi riconquistata dall'emiro Abu I-Qasim Ali, che regnava sulla Sicilia prima dell'arrivo dei Normanni. Il Castello ha sempre avuto una particolare importanza nella storia cittadina, entrando anche nello stemma comunale.

Il Lungomare di Amantea rappresenta sicuramente un'attrazione che non può essere trascurata. Il litorale è prevalentemente sabbioso e l'acqua è molto limpida ed il fondale è particolarmente basso, permettendo la balneazione anche ai più piccoli. Il lungomare è lungo quasi dieci chilometri e si sviluppa tra Lamezia Terme e la vicina spiaggia di Paola e permette di fare lunghe e rilassanti passeggiate che rimarranno impresse nella mente dei visitatori.

Il Palazzo delle Clarisse è una costruzione residenziale di epoca seicentesca, ubicato a pochi passi dalla zona marittima della cittadina. Il suo nome si deve al fatto che il committente fu l'Ordine religioso delle Clarisse, che vi abitarono per un lungo periodo. La grande struttura, evidenziata da un corpo di fabbrica tozzo, è allungata verso il mare e si collega una piccola chiesetta. Nel 1806 il palazzo subì l'occupazione napoleonica che portò alla chiusura del convento e alla cessione della struttura al Marchese De Luca di Lizzano, il quale la trasformò in una dimora nobiliare. Acquistato negli anni '70 da Fausto Perri, professore ed esperto di storia ed arte, il Palazzo fu restaurato e oggi ospita diverse attività, tra le quali il locale Museo della Copia d'Autore.

La Chiesa di Sant’Elia di Amantea, annessa all’ex convento dei Gesuiti, si trova nel cuore di una delle zone più belle della cittadina calabrese, l’antico quartiere di Catocastro. L’interno è a unica navata con una cupola che si innesta sulla volta a crociera, un dettaglio architettonico che ricorre in molte chiese commissionate dai Gesuiti, soprattutto dopo la Controriforma. Infatti questo edificio è stato completato entro il 1619: la facciata è decorata con un timpano ad arco spezzato che sormonta il portale.

La Chiesa di San Giuseppe di Amantea è un piccolo edificio rurale, non molto distante dal centro storico, arroccato sulle pendici del colle di Camoli. L’edificio è relativamente moderno: è stato infatti costruito prima della metà del Settecento, ad opera di Fo

rtuna Carratelli ed ha un impianto molto semplice e lineare, come si conviene ad un edificio rurale. E’ affiancato da un basso campanile intonacato di rose. La zona si anima ogni anno a marzo, in occasione della Festa di San Giuseppe che ricade il 19.

Amantea non è solo un borgo legato all’eta medievale e alla dominazione svevo aragonese, infatti recenti scavi hanno portato alla luce la presenza di insediamenti umani sicuramente più antichi, che testimoniano il profondo legame che la costa dell’attuale Calabria doveva avere con la civiltà ellenica. Tra i ritrovamenti di maggiore importanza (emersi nel corso di recenti campagne di scavo), si segnala una necropoli da dove provengono numerosi vasi e anfore antiche. Le zone a più alta emergenza archeologica sono: la frazione di Campora San Giovanni, i versanti di Cozzo Piano Grande, nel territorio di Serra D'Aiello e nell'area di Cleto e Savuto.

Amantea si dota di una cinta di mura sin dall’Alto Medioevo che rappresentava un espediente necessario per sfuggire agli attacchi dei pirati saraceni che venivano dal mare. Le mura correvano parallele alla costa, assecondandone gli strapiombi. Qua e la erano costruiti dei bastioni di avvistamento. Per le esigenze urbanistiche della città, le mura sono state più volte ampliate e riadattate, ma ancora oggi è possibile riconoscere con una certa facilità il tracciato originario. Il periodo di costruzione copre un arco temporale che complessivamente va dall’età aragonese (metà del ‘400) a quella vicereale, nel Seicento.

La Chiesa di San Bernardino da Siena è uno dei più importanti edifici di culto cattolico di Amantea. Costruita nella prima metà del XV secolo, la chiesa si caratterizza per una imponente struttura in stile gotico, che è stata oggetto di interventi modificativi nel tempo ma che è tornata nel suo antico assetto originario dopo i grandi restauri del 1953. La chiesa è attualmente evidenziata da una bella facciata massiccia, introdotta da un pronao a cinque archi a tutto sesto e affiancata da un massiccio campanile a monofore. L'interno presenta una curiosa conformazione in due navate, la cui laterale presenta sei campate, di cui una murata, mentre le altre sono comunicanti tra loro.

Il Parco Marino Regionale “Scogli d’Isca” è un tratto di mare che si trova nel tratto a sud della catena montuosa costiera, tra Amantea e Belmonte Calabro. La zona è caratterizzata da fondali meravigliosi, particolamente apprezzati da chi ama immersioni subacquee e il diving: essi infatti raggiungono profondità di quasi venticinque metri. La zona è delimitata da due scogli che si trovano a circa 800 metri dalla costa: il primo è Isca Piccola, il secondo Isca Grande. Tra la flora e la fauna si ricordano cernie e murene.

Il centro storico di Amantea non finisce di regalare bellezze naturali nascoste nei vicoli, sapientemente modellati dalla mano umana. E’ questo il caso della grotta, una suggestiva insenatura naturale posta proprio al di sotto del centro storico che in passato aveva un’importanta funzione; essa costituiva infatti l’approdo per velieri e navi mercantili. All’interno dell’anfratto era stato ricavato un passaggio segreto che permetteva di arrivare sin dentro le mura fortificate.

Servizi per gli ospiti del nostro Hotel
Check in dalle ore 16:00 in poi - Check out entro le ore 10:00.
Soggiorni domenica/domenica.

Servizi gratuiti compresi in tutte le nostre tariffe
Piscina d'acqua dolce per il nuoto (25mt x 8mt, profondità da 120 a 150 cm)
Piscina con acquascivoli di 80 mq circa (profondità 120 cm)
Piscina d'acqua dolce riservata ai bambini.
Parco bimbi con giochi giganti, molle, altalene, scivoli e altro ancora.
Cucina mamme con assistenza e accessibile 24 ore su 24.
Lezioni di Salsa, Merengue, Bachata, balli di gruppo e Liscio.
Lezioni collettive di nuoto, vela e dal 4/6 all’ 8/9 di tennis e tiro con l’arco.
Campi da calciotto e calcetto illuminati e in erba sintetica.
Campi illuminati da tennis e polivalente (basket, pallavolo).
Campi bocce, beach volley e beach tennis, tiro con l’arco e ping pong.

Servizi a pagamento
Assistenza medica al di fuori degli orari prestabiliti e dello studio medico.
Noleggio sedia a rotelle per ospiti diversamente abili.
Noleggio bici per bimbi fino a 6 anni e noleggio auto.
Transfer da e per l'aeroporto o il porto.
Servizi e trattamenti del Bluwellness.
Internet point.

Attività
Attività al traino da motoscafo (a pagamento). 
Escursioni in barca e gommone (a pagamento).
Corsi intensivi e lezioni individuali di vela e windsurf (a pagamento).
Corsi sub anche per bambini, immersioni, ricarica bombole e noleggio attrezzature (a pagamento).
Dive Center convenzionato a Le Castella abilitato al rilascio di brevetti di qualsiasi livello (a pagamento).

Ristorante
Ogni giorno colazioni, pranzi e cene sono affidati agli chef che vi attendono per farvi gustare le prelibatezze della cucina mediterranea nelle due grandi sale, una delle quali affaccia direttamente sulla spiaggia e l’altra climatizzata. Per i vostri bambini è previsto un tavolo mini club insieme ai ragazzi dell’animazione, mentre per i più piccoli è presente un angolo biberoneria fornito di scalda biberon e piastre elettriche. La prima colazione è servita a buffet. Il pranzo e la cena possono essere serviti al tavolo, a buffet o in entrambi i modi a discrezione della direzione, il menù tipo prevede una scelta tra tre primi e due secondi, contorni a buffet, frutta a pranzo e dolce a cena. Incluso ai pasti le bevande alla spina: acqua naturale, vino, cola e aranciata. Una o due volte a settimana (nel periodo tra il 13/06 e l’ 11/09) è prevista una serata a tema che potrà essere organizzata anche all’aperto con tavolate a riempimento. Tuttavia l’ingresso al ristorante può essere organizzato con turni per assicurare e garantire un servizio migliore.

 

 

 

La quota non comprende
Tassa di soggiorno.
Assicurazione medico-bagaglio.
Oltre a quanto non espressamente indicato, lezioni individuali degli sport, servizi del Bluwellness, alcuni servizi del Bluserena SeaSport Club, diving, escursioni, transfer, noleggio auto, assistenza medica al di fuori degli orari prestabiliti e dello studio medico.

Supplementi

Riduzioni

Note
Eventuali riduzioni e supplementi possono essere soggetti a variazioni che saranno visibli nella scheda Prenota.

Scegli le date

Ti assistiamo nell'acquisto

Desideri altre informazioni?
Vorresti prenotare questo viaggio? Parla direttamente con un nostro operatore!